Widget Image
Lorem ipsum dolor sit amet, consectetuer adipiscing elit, sed diam nonummy nibh euismod tincidunt ut laoreet dolore magna

Sorry, no posts matched your criteria.

Secondo una ricerca di M-Cube e Bocconi l’adozione delle tecnologie digitali negli store fisici migliora la relazione tra i clienti e il brand e stimola il passaparola positivo

Oltre il 75% dei clienti dei negozi fisici (senza differenza per genere, età, nazione di provenienza, livello di istruzione e durata media dello shopping) ritengono la tecnologia in store utile per migliorare l’esperienza d’acquisto e il rapporto con il brand. Lo dice una ricerca commissionata daM-Cube, azienda italiana specializzata in soluzioni di digital engagement a un team di ricerca coordinato dal professor Andrea Ordanini dell’Università Bocconi di Milano.

L’indagine, che aveva l’obiettivo d’indagare la percezione delle tecnologie e delle soluzioni digitali installate nella rete di punti vendita retail e la loro efficacia in termini di utilità, facilità d’adozione e impatto sul ruolo del personale, si è svolta intercettando e intervistando 100 clienti al termine della loro esperienza d’acquisto, all’interno di punti vendita in cui erano presenti tecnologie fornite da M-Cube.

Per il 73% la tecnologia cambia in meglio la percezione del brand, soprattutto per i clienti abituali e di giovane età. L’utilità della tecnologia viene associata a una maggiore libertà del cliente nell’esperienza d’acquisto (capacità di orientarsi nella proposta e nella customer experience, consultazione cataloghi e raccolta d’informazioni e semplificazione del check-out).

Inoltre, per tutto il campione indagato l’attitudine al passaparola positivo sul negozio dotato di tecnologia in store è molto elevata, cosa che influenza positivamente i risultati del negozio, le attività di branding, e l’esperienza d’acquisto.

Per circa l’80% degli intervistati (specialmente i più giovani e istruiti), la tecnologia impatta e impatterà anche sul ruolo del personale, maggiormente facilitato nella relazione e nel servizio che offre al cliente.

“Il dato più interessante che emerge da questa ricerca – ha commentato Leonardo Comelli, direttore commerciale di M-Cube – è come la percezione del brand sia influenzata in maniera positiva dalla presenza di tecnologie all’interno del punto vendita, soprattutto nel retail dei marchi moda e lusso. La tecnologia rende il negozio un importante momento di comunicazione del brand, e ne fa il luogo in cui, in una strategia multicanale, il cliente ha l’incontro più emozionante e coinvolgente con il prodotto”.

Lascia un commento