Widget Image
Lorem ipsum dolor sit amet, consectetuer adipiscing elit, sed diam nonummy nibh euismod tincidunt ut laoreet dolore magna

Sorry, no posts matched your criteria.

16 luglio, appuntamento con gli ultimi trend del retail design a “Retail Visions”

In uno scenario post Covid-19 che vede un cambiamento profondo dei comportamenti di acquisto dei consumatori, la parola d’ordine è retail design: il punto di vendita cambia forma per rispondere alle nuove esigenze dettate dall’emergenza sanitaria, tutelare la salute del cliente e garantire un’esperienza unica, coinvolgente e personalizzata.

Sul tema del retail design post Covid-19 – l’architettura, lo spazio e la fruizione di prodotti, servizi e informazioni all’interno degli store, la valorizzazione e il ripensamento del layout – si focalizza la tredicesima edizione di “Retail Visions: The Design Conference”, l’evento di Retail Institute Italy, di cui Promotion Magazine è media partner, quest’anno in collaborazione con Trendfeeling (società con base a New York, specializzata in trend di mercato a livello globale) dedicato all’analisi e al confronto sulle ultime tendenze della progettazione del punto vendita che si terrà il 16 luglio in modalità live streaming.

L’appuntamento vedrà riuniti riunirà manager, giornalisti ed esperti di calibro internazionale, tra cui Francesco Ascione, architetto head of visual merchandising di Original Marines, Vito Ciasca, head of retail di Elena Mirò, Valeria Iannilli, professoressa di retail design del Politecnico di Milano e Béatrice Querette, ceo & creative director, Merchanfeeling & Trendfeeling.

A un’analisi dell’attuale situazione e delle prospettive del retail design seguiranno un’overview internazionale sulle strategie implementate all’interno degli store durante la fase di riapertura e interessanti case history provenienti dal settore fashion per l’individuazione delle migliori tecniche messe in atto dai brand nei loro punti vendita.

L’agenda completa dell’evento è disponibile alla pagina dedicata sul sito Retail Institute Italy.

Lascia un commento